ATTIVITÀ

La valle offre in ogni momento dell'anno eventi di sicuro interesse.

Lontano dai flussi turistici delle grandi città d'arte è possibile in tranquillità muoversi per i piccoli ma graziosi Borghi di Anghiari, Sansepolcro, Citerna oppure spingersi verso Assisi e Gubbio lungo il percorso di San Francesco o visitare i mercati d'arte di Arezzo e Cortona.

Per chi invece vuol vivere la campagna, le riserve naturali permettono di incontrare a pochi passi dalla villa uccelli e ungulati.

ESCURSIONI IN MOUNTAIN BIKE

Le escursioni sono organizzate con e senza guida, i sentieri sono ben segnalati e ben mantenuti oltre che essere frequentati quotidianamente dai ciclisti che nella valle sono molto numerosi.

Le biciclette professionali vengono affittate, chi lo desidera potrà portarle ed in questo caso le ville dispongono di spazi per la custodia ed eventuale manutenzione.

Il servizio offerto prevede anche trasferimenti dalle ville fino ai luoghi scelti per la escursione con uso o di mini bus o di pick up.

Scopri di più

LUNGO IL LAGO DI MONTEDOGLIO

Il lago di Montedoglio è un bacino naturale fra i più vasti d’Europa, è diventato a livello paesaggistico ed ambientale, l'elemento dominante della Valtiberina Toscana, terra ricca di natura e storia al confine tra Romagna, Umbria e Marche. Lungo il lago si trovano percorsi in sterrato ed asfalto. I sentieri lungo l'argine destro del Tevere, attraversano le “Golene” del Tevere. L'area golenale del Tevere, a valle della diga di Montedoglio, presenta vari tipi di habitat caratterizzati da formazioni vegetali di ripa, e aree umide di pregio derivate dalle cave golenali dismesse.

Le sponde e l'alveo sono caratterizzate da una rigogliosa vegetazione ripariale e prevalenza di pioppi e da boscaglie di alveo su ghiaioni a prevalenza di salici. Le fasce arboree e arbustive comprendono anche ontani, farnia e sanguinello. L'abbondanza di vie d'acqua del Tevere, regolate dall'andamento dei deflussi, e lo stesso invaso di Montedoglio, a seguito dei rilasci costanti di portate significative durante tutto l'anno, garantiscono il mantenimento dell'habitat umido e concorrono alla salvaguardia dell'equilibrio naturale dell'ambiente fluviale.

La presenza di numerosi laghetti originatisi dall'attività estrattiva e la vicinanza dell'invaso creano condizioni favorevoli per il riposo dell'avifauna. La fauna è quella tipica delle aree umide e degli ambienti fluviali: si segnalano il Tarabusino, il Martin Pescatore, il Cormorano, la Garzetta, il Germano Reale ed i fenicotteri oltre agli uccelli di passo che a ottobre attraversano la valle.

DETTAGLIO PEDALATA: facile è ricco di emozioni, fresco, riparato, la durata è scelta dai partecipanti e può essere da tre a cinque ore. Durante la escursione, in vari luoghi di avvistamento, si trovano tavoli e panchine per rilassarsi.

SULLA VIA DELLA MONTAGNA LUNGO I PERCORSI PARTIGIANI

Punti Salienti : L’Appennino Tosco Romagnolo offre ai turisti i sentieri che durante la seconda guerra venivano seguiti dai partigiani, dalle armate del Generale Clarke, del generale Wladyslaw Anders e dai Tedeschi della 114a Jaeger-Division. I sentieri sono diventati, negli anni 40 le vie da cui passavano i contrabbandieri per portare il tabacco nella vicina Romagna.

Lungo il percorso si possono vedere i resti degli avamposti della Linea Gotica, le cui fortificazioni furono costruite, fra Valsavignone e Verghereto, dai cantieri della Todt, i cui apprestamenti sono ancora visibili. Il cammino presenta salite e discese con deviazioni, che consentono di raggiungere le sommità più elevate e panoramiche, dove erano dislocate le postazioni di contraerea e gli osservatori.

Si incontrano inoltre caratteristiche frazioni di montagna, alcune delle quali abbandonate da decenni, riscoprendo la viabilità tradizionale dell’Appennino che collegava anche le più sperdute comunità. Percorso che arriva fino a 1040 metri.

Dettagli pedalata: MEDIO 40-45 km durata dalle 3 alle 5 ore su tracciato collinare fra asfalto e strade bianche.

SULLE STRADE DELL'INTREPIDA

Punti Salienti: La pedalata segue le tracce dell’ Intrepida, cicloturistica dì epoca dal fascino unico che si tiene ad Anghiari ogni ottobre. Passando attraverso piccoli borghi e stradine secondarie vi sembrerà di esser tornati indietro nel tempo!

Evento Speciale: Fedele riproposizione del percorso dell’ Intrepida.

Dettagli della pedalata: FACILE – 45 km circa su tracciato collinare fra asfalto e strade bianche

Possibilità di percorso lungo

PERCORSO NATURALISTICO LUNGO LA DORSALE APPENNINICA PER VEDERE GLI ANIMALI DELLA RISERVA NATURALE DI GERMAGNANO

Punti salienti: lungo il percorso si incontrano daini, caprioli, famiglie di cinghiali, vacche all'alpeggio.

Dai punti di avvistamento preparati dal Corpo Forestale dello Stato l'occhio spazia fino alla valle.

Evento speciale : percorso sterrato in mezzo ai faggi e castagni.

Dettagli della pedalata : Facile – circa 40 Km su tracciato collinare strade bianche poco faticose.

Altri percorsi possono essere visti, studiati con l’aiuto di Luca che conosce bene tutti i percorsi in modo da poter scegliere con attenzione nel rispetto degli interessi dei partecipanti.

Whatsapp